Serie B 2006/07
Prima giornata (08-09-11 settembre 2006)

Bologna, Verona e Genoa corsare, Napoli a valanga sul Treviso. Il Lecce di Zeman si sbarazza dell'Albinoleffe. In Romagna la più grossa sorpresa, la Juventus non va oltre l'1-1 a Rimini. In Arezzo-Mantova, anticipo di venerdì, pareggio per 1-1, di Floro Flores il primo goal della nuova stagione. Il posticipo del lunedì  Spezia-Cesena finisce 1-1 come l'anticipo di venerdì

Il Rimini sgambetta la "Vecchia Signora"

IL POSTICIPO DI LUNEDI' 11 SETTEMBRE 2006 ORE 20.45
Spezia-Cesena 1-1 (p.t. 0-0)
Arbitro: Celi
RETI: 74' Dionigi (S), 82' Pestrin (C)
Finisce con un giusto pareggio, 1-1, al termine di una gara gradevole il posticipo della prima giornata di B giocato al "Picco" tra lo Spezia, che tornava nella divisione cadetta dopo 55 anni di assenza, ed il Cesena di Fabrizio Castori. Nel primo tempo, giocato su buoni ritmi, una grossa occasione per parte: al 26' è Guidetti, capocannoniere con 15 reti la scorsa stagione nel girone A di Serie C1, ad impegnare di testa severamente Turci che respinge in tuffo ed al 41' il Cesena sfiora il goal con Pellè che colpisce la base del palo alla sinistra di Santoni su assist basso del senegalese Papa Waigo. Nella ripresa, ancora Guidetti si vede negare(60'), la gioia del goal da Turci che intercetta il suo tiro ravvicinato ed al 71' il Mister Antonio Soda lo sostituisce con Dionigi, vecchio pirata dell'area di rigore. La sostituzione si rivela felice perchè al 74' l'ex attaccante della Reggina (e di molte altre squadre) batte Turci con un tiro da centro area su assist (involontario) di Frara che ribatte con il corpo un rinvio di Pagliuca. Il Cesena, incassato il goal, si riversa in attacco e, su una ripartenza dello Spezia, Pestrin rinvia in scivolata, alla disperata, da una trentina di metri della porta ligure. Il pallone prende una traiettoria a semipallonetto che beffa Santoni che era fuori posizione (82'). E' il goal che fissa l'1-1 finale che accontenta entrambe le squadre anche se, probabilmente, lo Spezia aveva sperato nella vittoria.


Il Mantova ha appena segnato con Noselli il goal del pareggio ad Arezzo nell'anticipoo che ha aperto la nuova stagione di Serie B.

LE PARTITE DI SABATO 09 SETTEMBRE 2006 ORE 16.00
Rimini-Juventus 1-1 (p.t. 0-0)
Arbitro: Saccani;
RETI: 60' Paro (J), 74' Ricchiuti (R)
Non inizia con il piede giusto la sua inedita avventura in B la Juventus che, al "Romeo Neri" di Rimini, non va oltre una prestazione dignitosa contro un Rimini pieno di buona volontà e paga l'inquietante consistenza del suo duo di centrali Boumsong e Kovac regalando l'1-1, messo a segno dall'idolo locale Ricchiuti al 74',  ai romagnoli che erano addirittura rimasti in 10 per l'espulsione di Cristiano per doppia ammonizione al 70'. Dopo un primo tempo senza grossi spunti, la Juventus era andata in vantaggio con un rasoterra di Paro al 60' sugli sviluppi di un corner con tiro di Nedved ribattuto da un difensore avversario. Sembrava che la gara si 

mettesse in discesa per i bianconeri ma il pasticcio di Kovacs e Boumsong consentiva a Ricchiuti di presentarsi solo davanti a Buffon e di pareggiare con un facile rasoterra.
Napoli-Treviso 4-2 (p.t. 2-0)
Arbitro: Dondarini;
RETI: 30', 56' rig. Bucchi (N), 43' Grava (N), 77' Beghetto (T), 78' aut. Cannavaro (T), 79' Dalla Bona (N)
Iniziano con il piede giusto, invece, le grandi (o presunte tali) del torneo cadetto. Il Napoli liquida al "San Paolo", davanti a 40mila spettatori, con un 4-2 troppo severo un Treviso che ha giocato una egregia partita ma ha pagato tutte le sue incertezze difensive. Fra i partenopei esordio con doppietta di Bucchi (la prima rete su cross di De Zerbi e la seconda, quella del provvisorio 3-0, su rigore per atterramento di Calaiò), capocannoniere nel il Catania della scorsa stagione di B. Il secondo goal dei partenopei è stato messo a segno da Grava al 43' che ha approfittato di una grossa ingenuità del difensore trevigiano Giuliatto. Sul 3-0 il Napoli si rilassa e incassa una doppietta di reti in due minuti: al 77' Beghetto, di testa su cross di Giuliatto accorcia le distanze e al 78' una deviazione sfortunata di Paolo Cannavaro su cross ancora di Giuliatto riporta sotto i veneti ma un gran tiro dal limite di Sam Dalla Bona al 79' ristabilisce le distanze per i partenopei che meglio non avrebbero potuto iniziare il loro campionato. 
Vicenza-Genoa 1-2 (0-1)
Arbitro: Salati;
RETI: 24', 81' De Rosa (G), 69' Raimondi (V)
Il Genoa gioca un ottimo primo tempo a Vicenza, va in vantaggio con un colpo di testa di De Rosa su corner dalla destra di Adailton (24') che poco prima aveva colpito una traversa, ma nella ripresa subisce la reazione dei vicentini che pareggiano con Raimodi al 69' su cross dalla sinistra di Schwoch (entrato da poco) e rimane in 10 per l'espulsione per proteste del portiere Barasso che viene sostituito dal portiere di riserva, il brasiliano, Rubinho autore poi di un paio di ottimi interventi. Dopo avere rischiato il tracollo, il Genoa torna in vantaggio ancora con la preziosa testa di De Rosa, sempre su cross proveniente dalla bandierina (81') e ottiene una preziosa vittoria che fa morale.
Lecce-Albinoleffe 3-1 (p.t. 1-0)
Arbitro: Lena; 
RETI: 32' Giacomazzi (L), 49' rig. Valdes (L), 73' Osvaldo (L), 92' Dos Santos (A)
Bella vittoria anche per il Lecce di Zdenek Zeman che si sbarazza dell'Albinoleffe con un secco 3-1 grazie alle reti di Giacomazzi (tap-in a porta vuota dopo un palo di Osvaldo) nel primo tempo, di Valdes su rigore al 4' della ripresa e, dopo che i bergamasti sono rimasti in 10 per l'espulsione di Dal Canto al 53', ha chiuso il match con un colpo di testa di Osvaldo su cross di De Ascentis. Inutile il goal di testa, a tempo scaduto, di Dos Santos per l'Albinoleffe.
Pescara-Bologna 0-1 (p.t. 0-0)
Arbitro: Tagliavento;
RETI: 80' Amoroso (B)
Il Bologna gioca una buona ripresa a Pescara e vince grazie ad un piattone di destro dal limite di Amoroso che va ad insaccarsi alla sinistra del portiere abruzzese a 10 minuti dalla fine.
Modena-Verona 0-1 (p.t. 0-1)
Arbitro: De Marco;
RETI: 28' Comazzi (V)
Importante vittoria del Verona che espugna il "Braglia" di Modena chidendo il match in nove uomini (espulsi Cossu al 40' e Mancinelli al 91' per doppia ammonizione) grazie ad una rete messa a segno da Comazzi al 29' co9n un colpo di testa su cross di Guarente.
Crotone-Bari 3-2 (p.t. 2-1)
Arbitro: Lops;
RETI: 10', 43' Giampaolo (C), 25' Bellavista (B), 66' Galardo (C), 72' Vantaggiato (B)
Bella partita all'"Ezio Scida" tra Crotone e Bari con i calabresi che alla fine la spuntano meritatamente (3-2). Una doppietta di Giampaolo, al 10' con un violento tiro a tu per tu con Gillet, e al 43', di testa, dopo che Bellavista aveva pareggiato al 25'  per il Bari con un bellissimo tiro dai 16 metri all'incrocio dei pali e sfiorato il raddoppio con una traversa su punizione di Lavista, fa chiudere il primo tempo sul 2-1 per il Crotone che al 64' sembra chiudere il match con un tiro da fuori area di galardo. ma al 72' Vantaggiato riporta sotto il Bari con un destro in diagonale. Il Crotone tiene e ottiene una preziosa vittoria.
Brescia-Piacenza 2-0 (p.t. 2-0)
Arbitro: Giannoccaro;
RETI: 27' Zoboli (B), 39' rig. Possanzini (B)
Il Brescia si sbarazza con un classico 2-0 di un Piacenza troppo sterile ed in 10 dal 39' del primo tempo, grazie ad una rete di Zoboli che al 27' risolve una mischia infilando al volo a due passi dalla porta piacentina e ad un rigore trasformato da Possanzini al 39' e concesso per un atterramento di Serafini da parte di Olivi che viene ammonito ed espulso per doppio giallo.
Triestina-Frosinone 1-0 (p.t. 0-0)
Arbitro: Iannone;
RETE: 50' Rossetti (T)
Vince la prima anche la Triestina che ha ragione della matricola Frosinone grazie ad una conclusione ravvicinata di Rossetti all'8' della ripresa. I giuliani cancellano il punto di penalizzazione inflitto loro per irregolarità amministrative riscontrate dalla Coavisoc e salgono a quota 2 punti.
L'ANTICIPO DI VENERDI' 08 SETTEMBRE 2006 ORE 20.45
Arezzo-Mantova 1-1 (p.t. 0-0)
Arbitro: Herberg
RETI: 57' Floro Flores (A), 62' Noselli
ESPULSI: 84' Goretti (Arezzo), 91' Franchini (Mantova) entrambi per doppia ammonizione. 
Finisce in parità, 1-1, il match d'esordio del campionato di B 2006/07 giocato al "Comunale" di Arezzo tra i granata dell'esordiente allenatore Antonio Conte e il Mantova di Mimmo Di Carlo. E' stata una gara piacevole giocata meglio dal Mantova nel primo tempo e dall'Arezzo nella ripresa. Dopo 15 minuti di sterile supremazia, è il Mantova a rendersi pericoloso con Tarana (17') che non sfrutta uno svarione del difensore aretino Bricca e spedisce alle stelle al volo da ottima posizione. Al 25' è ancora il Mantova a rendersi pericoloso con un tiro di Doga su assist all'indietro di Noselli (bella gara) ma il portiere aretino Bremec devia in angolo in tuffo. Si va al riposo sullo 0-0. L'Arezzo inizia la ripresa con piglio autoritario e al 57' va in vantaggio con il suo miglior giocatore, Floro Flores, che riceve da Bondi, si libera fortunosamente di Mezzanotti e batte Brivio con un tiro a mezz'altezza che si infila alla sinistra del portiere dei virgiliani vanamente proteso in tuffo. Il Mantova, che non aveva giocato male, reagisce e 5 minuti dopo pareggia con Noselli che, sul secondo palo, anticipa Ranocchia su di un bel cross dalla sinistra di Doga. L'Arezzo, che parte da -6 a causa dello scandalo delle intercettazioni telefoniche (campionato 2004/05), ha bisogno di vincere per dimezzare il suo handicap e riparte a testa bassa. Al 66' il sig. Herbert, preciso ma troppo severo (ben 11 ammonizioni), fischia un rigore per un mani in area di Doga: dal dischetto si incarica di trasformare Vigna ma Brivio gli intercetta il tiro e devia a lato con un bel tuffo sulla sua destra. Nel finale si registrano le espulsioni per doppia ammonizione di Goretti e Franchini ma il risultato di parita, tutto sommato giusto, non cambia più.

Torna alla Pagina Iniziale