CHAMPIONS LEAGUE 2007/08

OTTAVI DI FINALE, RITORNO - 05/03/2008

AMMAZZA CHE ROMA!!! STENDE IL REAL AL "BERNABEU"
E VOLA AI QUARTI


Vucinic, il suo ingresso in campo al posto di Mancini rigenera l'attacco giallorosso

REAL MADRID-ROMA 1-2 (andata 1-2)
Stadio "Santiago Bernabeu" di Madrid, ore 20.45 del 05/03

REAL MADRID (4-3-3): Casillas; Salgado (64' Torres), Pepe, Cannavaro, Heinze; Guti, Gago, Diarra (60' Drenthe); Robinho, Raul, Baptista (85' Soldado)
ROMA (4-2-3-1): Doni; Cicinho (87' Panucci), Mexes, Juan, Tonetto; De Rossi, Aquilani; Taddei, Perrotta (76' Pizarro), Mancini (65' Vucinic); Totti.
ARBITRO: Vassaras (Grecia)
AMMONITI: Taddei, De Rossi, Cicinho, Perrotta, Aquilani, Tonetto (R), Heinze, Pepe, Robinho, Guti (RM)
RETI: 73' Taddei (R), 75' Raul (RM), 93' Vucinic (R)
ESPULSI: 71' Pepe (RM) per doppia ammonizione
L'altezzoso Mister  del Real Madrid, Bernd Schuster , che sbandierava la (presunta) superiorità dei suoi "blancos"  sui giallorossi è servito. La Roma vince con lo stesso punteggio della gara d'andata, 2-1, ma molto più meritatamente, anche la gara di ritorno al "Bernabeu" e vola ai quarti di finale di Champions lasciando al palo le "merengue" che vengono eliminate per il quarto anno consecutivo agli ottavi, una vera catastrofe. La Roma presenta Cicinho a destra e Juan al centro della  difesa con Mexes, mentre a fare cerniera tra centrocampo e reparto arretrato, con De Rossi, c'è Aquilani e non Pizarro, non a posto fisicamente che parte dalla panchina. In attacco, Totti è appoggiato da Taddei, Perrotta e Mancini. Il Real Madrid presenta il tridente Robinho, Raul, Baptista (Van Nistelrooy è infortunato) mentre in difesa gioca Salgado e non Torres, in panchina; Fabio Cannavaro fa il centrale con Pepe. Il primo quarto d'ora vede il Real tentare di imporre il suo gioco e la Roma rispondedere senza affanno. Il primo pericolo è per Doni, bravo a deviare in tuffo una punizione dal limite di Baptista (17') ma un minuto dopo Aquilani sfiora il vantaggio per i giallorossi con una saetta da lontano che colpisce il palo alla destra di Casillasi proprio vicino all'incrocio e nel prosieguo dell'azione, con un tiro quasi dalla stessa distanza, costringe il portiere madrileno ad una grande deviazione. La gara si fa bella, ancora Baptista si rende pericoloso al 21' ma Mexes gli rintuzza la conclusione ravvicinata in angolo, poi è ancora Aquilani (28') a tentare il goal da lontano ma con meno efficacia di 10 minuti prima. Si va al riposo sullo 0-0, l'impressione è che la Roma possa tenere. La ripresa inizia con una grande paura: al 49' Baptista calcia in modo perfetto una punizione dal limite che colpisce l'incrocio dei pali alla destra di Doni ed il pallone rimbalza addirittura fuori area! La Roma risponde due minuti dopo con una strepitosa azione corale chiusa da Perrotta e salvata sulla linea da Cannavaro. La Roma c'è, risponde colpo su colpo ai madrileni ed al 66' colpisce ancora un legno della porta di Casillas, la traversa, con una conclusione di Vucinic, entrato da poco al posto di Mancini (prova incolore), su assist di un De Rossi in grande serata. Al 71' Pepe rimedia la seconda ammonizione e lascia il Real Madrid in 10 ed al 73' la Roma gela il "Bernabeu": Cicinho si invola sulla sinistra e crossa in mezzo dove Taddei si alza da perfetto centravanti e mette in rete di testa alla sinistra di un Casillas che non può far altro che guardare. La gioia di Totti (serata modesta) e compagni dura poco: al 75' Raul, in fuorigioco non rilevato, si incunea al centro dell'area romanista su taglio verticale di Robinho e pareggia con un rasoterra sull'uscita di Doni. Nonostante in 10 uomini il Real Madrid cerca il goal che lo porterebbe quantomeno ai supplementari, ma non ha la lucidità necessaria per perforare la difesa romanista ed anzi, al 93', incassa il goal della sconfitta per opera di Vucinic (decisivo il suo ingresso) che, di testa e da due passi, mette in rete un lungo cross di Panucci. E' il trionfo per la Roma, nella quale è da elogiare in blocco la difesa (soprattutto Mexes e Juan), e il "dramma" sportivo per i quasi centomila del "Bernabeu". (parcarsport.it, ore 23.00 del 05/03/08

Torna alla Home page di Parcarsport.it