Champions League 2006  - Quarti di finale, andata (29 marzo 2006).

Finisce 0-0 l'atteso match tra i quadricampioni di Francia del Lione e il Milan. La gara di ritorno al "Meazza" il 4 aprile

Lione-Milan, tanta attesa per nulla

LIONE-MILAN 0-0, Stadio "Municipal De Gerland" di Lione ore 20.45 del 29/4
LIONE (4-3-2-1)
: Coupet; Clerc, Cris, Caçapa, Abidal; Tiago, Diarra, Pedretti (68' Clement); Wiltord, Malouda; Carew. (63' Fred)
MILAN (4-3-1-2)  : Dida; Costacurta (62' Maldini), Nesta, Kaladze, Serginho; Gattuso, Pirlo (85' Vogel), Seedorf;  Kaka; Shevchenko, Gilardino (62' Inzaghi)
ARBITRO: Plautz (Austria)
AMMONITI: Tiago (Lione), Costacurta (Milan)
Il Milan torna da Lione con un buon pareggio al termine di una gara equilibrata con i rossoneri superiori nei primi venti minuti del match e i francesi più continui nella ripresa.  


A Lione ancora uno spicchio
di partita per Paolo Maldini

Nel Milan assente ancora Stam al cui posto gioca l'inossidabile Billy Costacurta, mentre il Lione è privo del suo elemento migliore, Juninho Pernambucano, squalificato. Il Milan entra subito nel match e al 7' va vicino al goal con Shevchenko la cui conclusione ravvicinata viene respinta di piede da Coupet.Al 13' è ancora l'ucraino del Milan a impegnare centralmente Coupet da ottima posizione. La prima occasione di un certo rilievo per i quadricampioni di Francia giunge al 26' su di una velenosa punizione di Pedretti che Carew non riesce a deviare ingannando Dida che rimedia con un balzo felino deviando in angolo. A poco a poco il Lione avanza il suo raggio d'azione senza tuttavia creare grossi pericoli per Dida, anzi al 45' è ancora Shevchenko (il migliore del Milan) che sfugge a Cris e si presenta solo davanti a Coupet ma calcia centralmente consentendo al portiere del Lione di respingere ancora una volta. Nella ripresa, il Lione cerca il successo ma si rende pericoloso solo un paio di volte con Tiago: al 66' con una incursione personale neutralizzata da Dida e al 83' con un tiro da 25 metri deviato in angolo da Dida. Dopo 3 minuti di recupero, finisce 0-0 una gara buona ma inferiore alle attese. Nel Milan buona prova di Shevchenko, un po' in ombra Kakà, inesistente Gilardino sostituito nella ripresa da Inzaghi. Ancora uno spizzico di partita giocato da Maldini, entrato per Costacurta al 17' della ripresa. Fra meno di una settimana si replica al "Meazza", per qualificarsi il Milan avrà bisogno di molta concentrazione. 

 

Torna alla home page di Parscarsport.it